sabato 19 giugno 2010

Il libro dei piccoli perché e la teoria dei colori


Tempo fa, prima ancora che arrivasse la pupetta, avevo avuto con lo zio G. uno scambio di idee rispetto a delle illustrazioni per un libro destinato ai bambini.
Io non ero molto convinta della proposta grafica e, all'elenco delle perplessità, avevo aggiunto "colori troppo spenti".
La riposta fu una specie di illuminazione: "Meglio se sono spenti! Almeno si abituano e diventano consapevoli che esistono anche i colori tenuti, dato che sono continuamente martellati da colori accesi".
Da allora mi  è rimasta impressa quest'idea di educazione al colore, o quanto meno, la voglia di trasmettere il messaggio che esistono vari utilizzi e molteplici sfumature del colore, che accompagnano i differenti tratti dei disegnatori.
Ci è venuta quindi l'idea di preparare una piccola biblioteca di testi per bambini che contempli testi/ immagino che riteniamo interessanti ( ovviamente il giudizio è personale ;o) ! )
Il libro dei piccoli perché è un testo per far volare la fantasia, quando leggi le domande ti si aprono mille mondi per inventarti una risposta...
Dalla collaborazione della scrittrice e pedagoga francese Ghislaine Roman  e dell'illustratore Tom Schamp sono nati tre libri (Il piccolo libro dei perché, Il libro dei se Il libro dei forse) a parer mio, belli, magici e colorati, ma che propongono uno "stile" particolare, perfetto per la nostra piccola biblioteca.
I libri originali sono in francese e credo proprio che tra un po' recupereremo anche la versione originale.

2 commenti:

  1. al di là del fatto che mi piacciono le illustrazioni, mi sembra proprio bellino questo libro!

    RispondiElimina
  2. Beh, la ciuccetta ha appena 11 mesi, ma cmq dimostra un certo interesse verso questi disegni e poi il micio ciccio al fondo le piace un sacco! Sarà che assomiglia ai nostri gatti... :o)

    RispondiElimina

Lascia una goccia della tua rugiada