martedì 15 ottobre 2013

Il lato femminile dell'informatica

postato da Federica

Portrait of Ada Lovelace by Masha Falkov


Spesso mi capita di sentire donne super creative fare questa affermazione: “ Io per l'informatica, computer e simili sono negata”.
Di istinto arriccio il naso: non credo possibile che una donna sia negata per l'informatica, semplicemente le hanno sempre proposto il lato maschile di questa materia, quello fatto di codici e numeri. Penso, invece, che a noi serva semplicemente (ri)scoprirne il lato femminile.
Dato che l'informatica ha avuto una mamma fantastica, alla fine non riesco mai a trattenermi dal raccontare la sua storia. E siccome oggi è la sua festa, la racconto anche a voi ;)

Siamo nell'Ottocento e una bimba, Ada, cresce senza aver mai conosciuto suo padre e sentendosi ripetere in continuazione che non deve occuparsi di poesia perché altrimenti morirà pazza.
Ada è la figlia del poeta Lord Byron e della matematica Anne Isabelle Milbanke.Temendo che troppa creatività possa nuocere alla figlia, la madre la costringe a studiare per lo più materie scientifiche, formule e algoritmi, nessuno spazio per la fantasia.

La verità, però, è che se sei creativa lo sei e lo sarai sempre. Per Ada le formule matematiche diventano un mondo magico popolato da gnomi e folletti, decora le mura delle materie scientifiche coi vivaci colori della fantasia e fa convivere armoniosamente dentro di sé i due mondi.
Diventa una famosa matematica, o meglio “ un'incantatrice di numeri” ( non è una definizione stupenda?) ,si sposa e prende un bellissimo cognome “Lovelace”.
Ad un convegno incontra, Babbage, matamatico che ha costruito un calcolatore, peccato che non abbia ancora trovato l'algoritmo per farlo funzionare.
Ada inizia a lavorarci, si scambia un po' di opinioni con Babbage e col torinese Federico di Meneabrea - e sì, in mezzo a questa storia c'è anche Torino ;) - e proprio lei scrive l'algortimo per la macchina.
E' il primo “programma” per un calcolatore ( antenato del pc).
Una donna, la stessa che vedeva folletti nelle formule, con la sua creatività ha dato vita non solo ad un programma, ma ad un nuovo mondo.
E con la sua visione femminile dell'informatica, a metà Ottocento, Ada immagina che un giorno il calcolatore farà arte, musica, lettereratura... Insomma, quello che facciamo noi oggi.

Quando guardo il pc mi piace pensare che sia un mix di numeri e fantasia. Chi vuole tenersi i numeri si tenga i numeri, io mi tengo la fantasia! 
L'informatica è un gioco adatto a tutti, dovete solo trovare il vostro modo di “essere” informatiche: immaginate folletti che vi aiutino, e se i folletti non vi bastano ci sono la doula e Enrica che possono aiutarvi concretamente.


Buon Ada Day a tutte!

P.s: Dimenticavo...Secondo me Ada è assolutamente una donna C+B! Creativa + Bella, Capace + Brava, ha fatto della sua passione un lavoro...  Insomma, se oggi fosse viva  scriverebbe per loro.

lunedì 16 settembre 2013

Crochet:aspettando i primi freddi

postato da Marilena


Come vi avevo anticipato nell'ultimo post, da un po' di tempo a questa parte adoro crocchettare e non farei altro... mi rilassa, mi dà soddisfazione, perciò indulgo volentieri a lavorare all'uncinetto, trascurando altre cose..ehm...
Eh d'accordo, la casa ne risente alquanto, i miei lavori di cucito sono stati messi da parte e anche le attività con la mia sirenetta sono diminuite...
Però è una fase di passione, sappiatelo, tra poco spero di riuscire a riprendere le fila di tutto :)
Vi mostro alcune cosette che ho realizzato in questi giorni.
Pensando già ai primi freddi autunnali, sono spuntati questi scaldamani o guanti senza dita che dir si voglia:



martedì 3 settembre 2013

Riciclo creativo: da t shirt a gonna

postato da Marilena


Settembre è cominciato.
Questo è un mese che mi piace moltissimo, in parte per ricordi collegati agli inizi della scuola e al rivedere i compagni, in parte perché le prime giornate autunnali mi mettono sempre allegria.
I colori che a poco a poco cambiano, il tempo mutevole, i progetti da fare e da ultimare...
Credo che la sua attrattiva per me stia negli inizi, a tanti piccoli inizi che portano gioia.
Mi vengono in mente anche le immagini del  fuoco e delle candele, il cui odore e calore porto dentro di me e che mi fanno stare bene.
Prima che diventi troppo autunno, vi mostro questo progetto realizzato prima delle vacanze. Si tratta del recupero di magliette ormai inutilizzate, per creare una gonnellina per Giulia. 
Per cucire la gonnellina mi sono basata su questo tutorial olandese. Le immagini sono abbastanza esplicative anche se il testo è di difficile comprensione (ahah!). 
 Se volete farla anche voi vi rimando al tutorial originale.




martedì 27 agosto 2013

Di crochet e di vacanze

Postato da Marilena 




Eccomi di ritorno dalle vacanze,  sono state luunghe e la ripresa è faticosa...
Anche ricominciare  a scrivere sul blog è un po' difficoltoso, ma abbiate fede...mi riprenderò!

domenica 25 agosto 2013

Abito Drape Drape 2: no. 2 one-piece side drape top

 postato da Federica

 

Il nome dell'abito è decisamente lungo, il cartamodello è immenso, ma da cucire è semplicissimo.

venerdì 16 agosto 2013

Siamo a posto...

Finalmente ci siamo tutte nella grafica del blog! E abbiamo anche un bel cesto di gomitoli ;-)
Che ve ne pare? Vi piace?

Da oggi è attiva anche la pagina About us.
Marilena rientra a breve dalle vancanze... Insomma siamo pronte a ripartire dopo la "pausa estiva".

E voi? Siete pronte  a ricomiciare o avete davanti ancora un po' di giorni di vacanza?


lunedì 29 luglio 2013

Vacanze!!!

postato da Federica


Immagine presa da Pinterest


Finalmente è arrivato il momento di andare un po' in vacanza!
La mia "socia" è scappata al mare a metà luglio ( ed ha fatto bene!), io ho ancora qualche ora per chiudere alcune cose di lavoro e domani mattina...SI PARTE!!!

 
Quest'anno le mie vacanze saranno brevi, 9 giorni e poi di nuovo a Torino.

Siccome voglio concedermi un "break"  pur restando in città, ho deciso di partecipare a The august break 2013 di Susannah Conway.

Se la fotografia vi diverte date un'occhiata...Ci sono già 250 partecipanti!

Buone vacanze!

venerdì 12 luglio 2013

Venerdì del libro: La ballerina cosmica

postato da Federica

 

 

 L'appuntamento di Homemademamma è forse uno dei momenti di condivisione che più mi sono mancati durante la latitanza sul blog.

Però in questo luuuungo periodo abbiamo scoperto tantissimi libri.... 

lunedì 8 luglio 2013

All'Acquario di Genova

postato da Marilena


Un paio di settimane fa abbiamo deciso di accontentare Giulia, che ci chiedeva a gran voce di andare a visitare l'Acquario di Genova.
Con i nostri ritmi lenti, ovviamente siamo arrivati che era l'ora di pranzo e perciò...spuntino prima di cominciare il nostro giro.



Mamma  posso mangiare le patatine?  Ehm ehm...

giovedì 4 luglio 2013

Pesciolini di stoffa per l'estate

Postato da  Marilena


Quest'anno l'estate ha qualche problema, sembra non decidersi: alcune giornate sono soleggiate, altre molto nuvolose, se non fredde...
Io, da brava meteoropatica, patisco molto, specialmente quando c'è la cappa afosa che sembra debba piovere e invece non lo fa. 
In quei momenti, mi potreste vedere girare per casa zombeggiando per mancanza di energie, oppure sfogando il mio malumore con chi capita a tiro, fantastico, no?
In una di queste giornate ho deciso di fare qualcosa che mi tirasse un po' su di morale, e così sono nati i miei pesciolini.!
L'idea non è troppo originale: avevo visto qualcosa di simile su una bancarella a Genova ,e mi erano piaciuti così tanto che avevo deciso di fare la mia versione di questi pescetti. 
Effettivamente hanno assolto egregiamente allo  scopo di farmi ricordare l'estate e di portare una ventata di allegria nella mia giornata.
Non sono carini?




lunedì 1 luglio 2013

Gita fuori porta: Centro cicogne e anatidi di Racconigi

In questa stagione, cerchiamo sempre di andar via la domenica e di stare un po' all'aperto, lontani dalla città.
Giulia ci aveva chiesto di portarla all'Acquario di Genova, ma un po' per pigrizia un po' per lo scarso tempo a disposizione non avevamo voglia di farci più di due ore di macchina, code etc. Così abbiamo deciso di andare a vedere se a Racconigi  fossero nati i piccoli delle cicogne... detto fatto, si parte!
Il  Centro cicogne e anatidi di Racconigi  è un centro gestito dalla Lipu, che si trova a pochi km da Torino, e si occupa :  ... di proteggere l'avifauna e gli habitat naturali, sia attraverso la salvaguardia di specie rare o minacciate di estinzione, sia attraverso l'attività di divulgazione didattica e di sensibilizzazione dei visitatori.
Ovviamente l'attrazione principale del centro sono le cicogne, che tornano tutti gli anni a nidificare e a depositare le uova ma non mancano tante altre specie di uccelli e anatre. 
Appena arrivati nella biglietteria ci accolgono le rondinelle....


mercoledì 26 giugno 2013

Re-fashion e riciclo creativo: da maglietta (bucata) a minidress

Giulia, come tutti i bambini, spesso torna a casa con magliette, leggings o  pantaloni bucati o strappati.
Mentre leggings e pantaloni si possono facilmente riparare con toppe carine, con la maglietta della foto, inizialmente non sapevo cosa fare.
L'aveva bucata al parco giochi su uno dei giochi di legno e aveva ben tre punti costellati da buchini che mi rendevano le cose difficili.
Nella foto non si vedono bene, ma comunque mi si poneva un bel problema, in quanto non potevo mettere un'unica toppa gigante e nemmeno tre piccole perché non sarebbero state bene!
Pensa che ti ripensa ...idea! Avevo una maglietta del mio compagno già parzialmente usata per un altro progetto, perché non sfruttarla? Riporto di seguito il procedimento che ho usato:




domenica 23 giugno 2013

Metti sempre la cintura quando sei in viaggio!




Grazie  a MammaSorriso ho conosciuto la splendida iniziativa promossa dalle mamme del blog Appuntamenti CreAttivi: Noi viaggiamo sicuri!

Fino a quest'anno non abbiamo mai avuto problemi con le cinture di sicurezza.
La Ranocchietta patisce la macchina, si lamenta ogni volta che deve salirci su, ma le cinture del seggiolino sono sempre state ben allacciate.

Quando siamo passati al seggiolino che utilizza la cintura di sicurezza della macchina per "bloccare" il bimbo, la Ranocchietta ha scoperto che premendo un magnifico tasto rosso riusciva a sganciarsi da sola :o/
Lei era molto orgoliosa di sé  e della sua "libertà" conquistata, io ho rischiato l'infarto ed ero mooolto preoccupata.
Le abbiamo spiegato che è molto pericoloso, che non deve mai sganciare la cintura mentre siamo in viaggio e deve sempre chiedere il permesso prima di farlo.
Un episodio di un cartone animato della Disney (Dottoressa Peluche) tratta proprio il tema dell'importanza di allacciare le cinture. I personaggi, per convincere il loro amico marziano ad allacciarsi la cintura, cantano una breve canzoncina: "Metti sempre la cintura quando sei in viaggio..."
Noi abbiamo preso l'abitudine di cantarla appena saliamo in macchina.
Vi riporto qui il link per vedere ed ascolatere la canzone.
La Ranocchietta la adora e la cintura resta sempre ben allacciata perché sa che la aiuterà se si troverà nei guai.

Frida

venerdì 21 giugno 2013

Comincia qui

"La mia mamma", disegno di Giulia, giugno 2013

Eccomi, sono Marilena!
Da molto tempo il pensiero di aprire un blog mi frullava per la testa, ma accampavo scuse con me stessa per rimandarne continuamente l'apertura: non avrò tempo, non sarò costante e tutti gli annessi e connessi.
Quest'anno, alla scuola materna di mia figlia , ho conosciuto Frida, mamma di una compagna di Giulia, che teneva un blog sul quale da un po' di tempo non scriveva e ... con il suo entusiasmo e la sua voglia di fare mi ha trascinata  in quest'avventura e così eccomi qua!
Sono una di quelle mamme rimaste a casa, un po' volenti un po' nolenti, dopo la maternità.
Per i primi tre anni dopo la nascita di Giulia, abitando in campagna, ho  passato molto tempo da sola con lei e questo mi ha spinto a cercare giochi e attività divertenti da fare insieme per far trascorrere il tempo.
La creatività è stata una forte risorsa e mi ha aiutata a rimanere in piedi nel caos degli eventi susseguitisi alla nascita di mia figlia.
Infatti la mia vita ha subito una rivoluzione ( lo so, non sono l'unica) che mi ha destabilizzata non poco e grazie ai progetti creativi che man mano mi sono inventata o ho "copiato" da altre mamme bloggers sono riuscita a non perdermi troppo :).
Perciò ringrazio il mondo del web, il mondo delle bloggers creative e del mommyblogging in particolare, dal quale ho attinto molto in questi anni e spero che questo blog possa diventare per me una seconda casa dove vi racconto cosa faccio nelle mie giornate, sempre troppo brevi.
Mi piacerebbe  fare un sacco di cose, inventare, creare e realizzare..nella mia testa lo spazio  e il tempo sono infiniti...
 In realtà quasi sempre faccio quello che posso e cerco di farlo al meglio delle mie capacità.
Mi auguro che i miei pastrocchi vi possano ispirare e portare gioia nelle vostre vite, così come è stato per me.

Marilena

venerdì 14 giugno 2013

E poi cos'è successo?

Iluustrazione di Mariana Massarani su Pinterest

Qualcuno si ricorda la canzone dei Tiromancino, quella che dice:" e poi cos'è successo? Ci ritroviamo adesso..."
Beh, non sono passati 5 anni dall'ultima volta che ho postato, ma 2 sì.

"Mi hanno detto che stai male, che sei diventata pazza, ma io so che sei normale"
Fortunatamente nessun problema serio di salute; pazza lo ero già prima; un grazie di cuore a chi comunque vede il mio lato normale ;-)

Mi sono presa un po' di tempo. Poi ho preso qualche mese, poi son passati 2 anni.
Nel frattempo la Ciuccetta è diventata "Ranocchietta", io ho lasciato il vecchio lavoro e  da maggio ne ho uno nuovo , abbiamo giocato tanto ed incontrato nuovi amici.

Con tutti questi cambimenti ho iniziato a sentire la mancanza del blog. Mi è tornata la voglia di scrivere per condividere, di scrivere per ricordare, di scrivere per chiaccherare.

Tra chiacchere e convisioni di vita reale ho conosciuto Marilena, la mamma della amichetta / vicina di armadietto di Arianna.
Lei è una super creativa! Cerca di convincermi che l'uncinetto è bello quanto il lavoro a maglia, ma questa è un'altra storia.
Tra merende, cene e giochi abbiamo sperimentato che il "fare insieme" funziona bene, benissimo.


Così , adesso, facciamo insieme un blog, questo.

Il nome è rimasto lo stesso, la grafica la stiamo modificando ( per ora c'è solo la mia immagine - disegnata da una mamma-, ma presto arriverà anche l'immagine di Marilena) e per il resto...

"Ah come sempre sei un'emozione fortissima per me..."


Federica