giovedì 29 luglio 2010

Il cappello del bis-nonno



Ci sono persone che ci segnano la vita.
Ci sono persone che, quando le facciamo rivivere nei nostri pensieri, sorridono sempre e infondono serenità.
Ci sono persone che hanno uno sguardo trasparente, nonostante i dolori che li hanno segnati.
Ci sono persone che insegnano agli altri a sognare.
Mio nonno era una di queste persone.
Mercoledì scorso, il 21 luglio, pochi giorni prima del compleanno della Ciuccetta, ha lasciato scivolare via gli ultimi granelli di sabbia della sua clessidra.
Portava sempre il cappello. Ho chiesto alla nonna il permesso di prendere un cappello come ricordo.
Un cappello magico...Un cappello per ricordare vecchie canzoni, un cappello da cui tirar fuori nuove favole, un cappello per imparare a riutilizzare ciò che la vita ci offre.
Ho provato ad indossarlo, trovo che mi stia molto bene :o)
Anche Arianna ha voluto provarlo... Mi ha fatto sorridere, mi è sembrata una piccola Indiana Jones, pronta ad affrontare tutte le avventure che le presenterà la vita.
E così adesso abbiamo un "Cappello di Famiglia", un cappello del passato per guardare con gioia al futuro.

3 commenti:

  1. Bellissimo utilizzare degli oggetti così significativi..
    un abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
  2. Quel cappello ha sicuramente un grandissimo valore! E sei stata fortunata a poter godere della presenza di un nonno per tanto tempo. Io ho salutato la mia nonna tantissimi anni fa.

    RispondiElimina

Lascia una goccia della tua rugiada